A Scuola di Cucina Sostenibile!

A Scuola di Cucina Sostenibile!

Nella giornata di domani, Martedì 17 Gennaio alle ore 18.00, all’Università Luiss Guido Carli, avrà inizio il primo corso di cucina sostenibile con la nutrizionista Sara Farnetti. Si tratterà di un incontro introduttivo al corso di Well-being e sostenibilità durante il quale la mensa dell’Ateneo si trasformerà in un laboratorio gastronomico e i partecipanti potranno conoscere già nuove tecniche di cucina sana e sostenibile grazie allo show cooking di cucina vegetale realizzato dallo chef Simone Salvini.

Aprirà l’incontro il Direttore Generale Giovanni Lo Storto e terminerà con un aperitivo offerto a tutti i partecipanti e preparato dallo chef, utilizzando i prodotti biologici dell’orto condiviso Luiss.

L’obiettivo del laboratorio, a cui possono prender parte tutti gli studenti Triennali e a Ciclo Unico, è quello di promuovere una alimentazione sana e sostenibile, volta al benessere personale e dell’intera comunità. Mangiar sano è, infatti, un atto di responsabilità non solo nei nostri confronti, ma anche verso gli altri e tutto ciò che ci circonda. A partire da una corretta e sostenibile alimentazione, è possibile realizzare quel cambiamento di paradigma innovativo e sostenibile da un punto di vista ambientale, di cui sempre più ormai si sente la necessità.

What does Sustainability mean?

What does Sustainability mean?

On the 15th of April, Labgovers met Professor Luigi Corvo. They discussed together about the meaning of sustainability. What does sustainable mean? It is the ability that a process has of leaving to the next generation the same opportunities that the current generation enjoyed! And sustainability can can be threefold: we have social, economic and environmental sustainability.

We are in a transition phase: we are moving from the capitalism era to the collaboration era! The old model faced a crisi16aprile1s, it is no more suitable for the contemporary society. But where there is an inefficiency, there is an opportunity, and the emerging collaborative forces represent the solution: we move from strict regulation to the co-design, a process during which there is the opportunity to discuss problems and needs rather than directly providing solutions, which will result from a debate with more actors. So we can talk about social enterprises, whose aim is the satisfaction of social needs, taking into account the economic sustainability.

On the 16th of April Labgovers continued to discuss with Professor Corvo about the change we are experiencing, living in a period characterized by new business plans and culture.

Than they tried to elaborate a business plan for a project of rehabilitation for people suffering from autism. First of all, they had to solve some problems, answering to some questions like: Should our service have a price? How would we define the price for the families involved? In which order would you make people bear the following costs? Etc..

Some of the most important parameters to respect are the timings, so here are the first things we need to work on: credibility and sustainability.

————————————————————————————————

Nella giornata di Venerdì 15 Aprile i ragazzi del Laboratorio per la Governance dei Beni Comuni hanno avuto la possibilità di confrontarsi con il Professor Luigi Corvo, con il quale hanno ragionato sul significato di sostenibilità e sui cambiamenti sociali, economici e culturali che stiamo vivendo e che hanno dato vita ad esempio a nuove forme di economia, come quella collaborativa.

16aprile

Nella giornata successiva, insieme si sono cimentati nella costruzione di un business plan. Tale attività ha richiesto innanzitutto una riflessione su alcuni problemi da risolvere come ad esempio la questione del far pagare o meno i servizi offerti e perché; successivamente si sono confrontati sulle modalità di fissazione dei prezzi stabiliti. Infine sono stati definiti i passaggi e l’ordine in cui essi sarebbero dovuti avvenire, tenendo conto del costo di ciascuno e dell’ obiettivo preposto: ottenere finanziamenti così da realizzare il progetto, che consisteva nella ristrutturazione di un luogo dove giovani disabili avrebbero potuto ottenere il giusto monitoraggio e cure, rendendolo ovviamente sostenibile per le generazioni future.