Culturability 2018 in Rome

Culturability – regenerating spaces to share is starting its tour with the aim of presenting the 2018 call promoted by Fondazione Unipolis in ten italian cities.

On Monday, March 26th, at 5.30 PM, the call we be presented in Rome at Fusolab2.0 (Viale della Bella Villa 94, Rome), in collaboration with LabGov – LABoratory for the GOVernance of the City as a Commons and Legacoop Nazionale.

During the event, the participants will be able to go through and deepen all the details of the call and ask question at a general or more specific level. It will also be an occasion to talk about the themes linked to the initiative – culture, social innovation and cohesion, collaboration and sustainability.

Fondazione Unipolis allocates for this call 450.000 euro for innovative cultural projects with a high social impact, aimed at regenerating and giving new life to abandoned spaces, buildings or ex industrial sites. 15 selected projects will have the opportunity of participating to a training path in June and July. In September, an evaluation committee will select between those the 6 finalists, that will receive 50.000 euro each and will continue the mentoring activity. The remaining 150.000 euros will be used to realize the training activities for the teams’ empowerment, for reimburses and support programmes.

Participants must register on Eventbrite to book a seat: http://bit.ly/2FqFKEF.

The call will be open until April, 20th. The call is open for NGO, private entreprises operating in the cultural field and informal teams with a majority of under 35 members. Projects must be sent online through the dedicated section on the website.  For more information, please visit the official website https://culturability.org/

The initiative is in partnership with MIBACT (whose General Direction for Art, Contemporary Architecture and Urban Suburbs makes available economic resources for the sixth winning project, one more respect to the last call), Avanzi/Make a Cube³ and Fondazione Fitzcarraldo.



Culturability sta iniziando il tour 2018 per presentare il suo quinto bando, promosso da Fondazione Unipolis, in in dieci città italiane.

Il 26 marzo alle 17.30 la call sarà presentata a Roma presso Fusolab2.0, in collaborazione con LabGov e Legacoop Nazionale.

Nel corso dell’incontro sarà possibile approfondire tutti i dettagli della call e fare domande di carattere generale o legate alla propria idea. La serata sarà anche un’occasione per confrontarsi sulle tematiche al centro dell’iniziativa – cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità – assieme agli ospiti presenti.

La Fondazione Unipolis stanzia 450 mila euro per progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale finalizzati a rigenerare e dare nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o sottoutilizzati. Fra le proposte pervenute, ne saranno selezionate 15 che avranno l’opportunità di partecipare a un percorso di formazione nei mesi di giugno e luglio. Tra queste, nel mese di settembre, una Commissione di Valutazione selezionerà i 6 progetti finalisti che riceveranno 50 mila euro ciascuno e continueranno l’attività di accompagnamento e mentoring. Gli altri 150 mila euro stanziati saranno utilizzati per realizzare le attività di formazione e accompagnamento per l’empowerment dei team, rimborsi spese per partecipare ai programmi di supporto.

Iscrizione obbligatoria su eventbrite a questo link: http://bit.ly/2FqFKEF

La call è aperta dal 22 febbraio alle ore 13 del 20 aprile 2018. Al bando possono partecipare organizzazioni no profit, imprese private che operano in campo culturale ricercando un impatto sociale e team informali con prevalenza di under 35. I progetti dovranno essere inviati online tramite la sezione dedicata del sito Culturability.

L’iniziativa si avvale della collaborazione del MIBACT (la cui  Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane  ha messo a disposizione le risorse economiche per finanziare un sesto progetto vincitore, uno in più rispetto allo scroso anno), e della partnership con Avanzi/Make a Cube³ e Fondazione Fitzcarraldo.